I Torzeons

Scoprire il mondo con occhi nuovi

Tag: Sud America (Page 1 of 3)

E voi conoscete il vero Carnevale di Rio?

In Brasile l’anno non inizia il primo gennaio, bensì il giorno dopo il termine del Carnevale. Il mio amico Marcos, carioca (cioè abitante di Rio de Janeiro), mi ha raccontato che i classici bilanci di fine anno e i propositi per quello che viene non si fanno nel periodo natalizio, ma a ridosso di uno degli eventi più caratteristici e sognati del pianeta: il Carnevale di Rio. Vi descriverò questa incredibile esperienza che ho vissuto, alla scoperta della città con più energia che abbia visitato, nel momento culmine della sua vitalità. E sfaterò (almeno in parte) alcuni miti del Carnevale più grande del mondo.

I colori del Carnevale

I colori del Carnevale

Read More

Una lezione di lingua quechua ad Arequipa

Chi ha seguito le mie peripezie per il Sud America ormai avrà capito che ho una calamita per i personaggi più strani. Non sono io che vado a cercare loro, sono loro che vengono da me. E io di certo non li evito. Anzi. E questa volta vi racconterò di Alberto, un distinto signore che ho incontrato ad Arequipa nell’ostello in cui la mia amica Carmen ed io, su suggerimento del sardo Massimo, abbiamo dormito.

Il terzetto in abiti tradizionali quechua

Il terzetto in abiti tradizionali quechua

Read More

Coroico: i miei cugini boliviani e l’alcol

Viaggiando in Bolivia più di una volta mi è stato detto che i boliviani sono soliti bere alcol alimentare a 96 gradi, diluito con acqua. Addirittura mi hanno raccontato che a Potosi i minatori bevono alcol puro senza aggiunta di acqua. Io all’inizio non ho voluto crederci, pensando magari che fosse una vecchia abitudine persa nei giorni nostri. Ma mi sono dovuto ricredere una volta giunto nel nord del paese, a Coroico. Ecco a voi la storia.

Read More

Sucre e La Paz: ordine e caos nelle due capitali boliviane

Le due capitali boliviane non possono essere più diverse tra loro. Sucre è la capitale costituzionale, è una città di dimensioni abbastanza ridotte (circa 300.000 abitanti) e ha uno stile direi quasi europeo: non a caso è nata come città satellite di Potosi ai tempi della conquista spagnola dell’America Latina per meglio gestire l’amministrazione dei traffici di metalli preziosi e altre merci. La Paz invece è una grande città caotica, la cui area metropolitana conta 2,3 milioni di abitanti, è disposta su più livelli e ha origini ben più antiche, in quanto posizionata in una valle strategica per i commerci delle comunità indigene. Sono poi arrivati i francescani per cristianizzare le popolazioni locali, e lo stretto rapporto creatosi tra indigeni e francescani ha portato ad una strana alleanza nel tentativo di opporsi ai conquistatori spagnoli. Io ho trascorso due giorni a Sucre e quattro a La Paz: ecco alcune considerazioni sulle due città.

Read More

I Torzeons nella tranquillità di Sajama

Vi è mai capitato di essere uno dei pochissimi viaggiatori presenti in una località? Beh, nei miei tre giorni trascorsi all’interno del Parque Nacional Sajama sono stato uno dei sette stranieri nel primo villaggio che ho visitato (gli altri sei erano tutti francesi) e l’unico ospite nel secondo. Se poi si considera che questi villaggi sono popolati da non più di qualche centinaio di abitanti nel primo caso e da qualche decina nel secondo, allora si ha proprio la sensazione di essere continuamente al centro dell’attenzione. Ma io non me ne sono curato più di tanto, assorto nella contemplazione della montagna più alta della Bolivia, il Sajama, con i suoi 6.542 metri.

L'imponenza del monte Sajama, 6.542 metri.

L’imponenza del monte Sajama, 6.542 metri.

Read More

Page 1 of 3

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.     Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi