I Torzeons

Scoprire il mondo con occhi nuovi

Tag: Bolivia (Page 1 of 2)

Dalla Bolivia al Perù, sulle tracce degli Inca

Si narra che Tata Inti (il Padre Sole), dispiaciuto perché gli uomini non utilizzavano i vasti territori fertili e i lunghi fiumi pieni di acqua limpida, inviò sulla Terra i suoi figli Manco Cápac (futuro primo imperatore Inca) e Mama Ocllo (fratelli ma anche sposi). Essi emersero dalle acque del lago Titicaca, vicino all’Isla del Sol, per andare a fondare la città di Cusco e renderla capitale del Tawantinsuyu, l’impero Inca. Furono loro a insegnare agli uomini la coltivazione, l’allevamento degli animali, la tessitura e le tecniche di cucina. Le terre che ho visitato nell’ultima parte del mio viaggio sono impregnate della storia e delle leggende Inca, le quali mi hanno profondamente affascinato. Prima di giungere a Cusco e Machu Picchu, una delle mete fondamentali di questo mio viaggio sudamericano (di cui però parlerò nel prossimo articolo), ho intrapreso un percorso attraverso queste culture.

Una veduta panoramica dell'Isla del Sol e del lago Titicaca

Una veduta panoramica dell’Isla del Sol e del lago Titicaca

Read More

Coroico: i miei cugini boliviani e l’alcol

Viaggiando in Bolivia più di una volta mi è stato detto che i boliviani sono soliti bere alcol alimentare a 96 gradi, diluito con acqua. Addirittura mi hanno raccontato che a Potosi i minatori bevono alcol puro senza aggiunta di acqua. Io all’inizio non ho voluto crederci, pensando magari che fosse una vecchia abitudine persa nei giorni nostri. Ma mi sono dovuto ricredere una volta giunto nel nord del paese, a Coroico. Ecco a voi la storia.

Read More

Sucre e La Paz: ordine e caos nelle due capitali boliviane

Le due capitali boliviane non possono essere più diverse tra loro. Sucre è la capitale costituzionale, è una città di dimensioni abbastanza ridotte (circa 300.000 abitanti) e ha uno stile direi quasi europeo: non a caso è nata come città satellite di Potosi ai tempi della conquista spagnola dell’America Latina per meglio gestire l’amministrazione dei traffici di metalli preziosi e altre merci. La Paz invece è una grande città caotica, la cui area metropolitana conta 2,3 milioni di abitanti, è disposta su più livelli e ha origini ben più antiche, in quanto posizionata in una valle strategica per i commerci delle comunità indigene. Sono poi arrivati i francescani per cristianizzare le popolazioni locali, e lo stretto rapporto creatosi tra indigeni e francescani ha portato ad una strana alleanza nel tentativo di opporsi ai conquistatori spagnoli. Io ho trascorso due giorni a Sucre e quattro a La Paz: ecco alcune considerazioni sulle due città.

Read More

I Torzeons nella tranquillità di Sajama

Vi è mai capitato di essere uno dei pochissimi viaggiatori presenti in una località? Beh, nei miei tre giorni trascorsi all’interno del Parque Nacional Sajama sono stato uno dei sette stranieri nel primo villaggio che ho visitato (gli altri sei erano tutti francesi) e l’unico ospite nel secondo. Se poi si considera che questi villaggi sono popolati da non più di qualche centinaio di abitanti nel primo caso e da qualche decina nel secondo, allora si ha proprio la sensazione di essere continuamente al centro dell’attenzione. Ma io non me ne sono curato più di tanto, assorto nella contemplazione della montagna più alta della Bolivia, il Sajama, con i suoi 6.542 metri.

L'imponenza del monte Sajama, 6.542 metri.

L’imponenza del monte Sajama, 6.542 metri.

Read More

I minatori e l’argento di Potosi

La differenza sta tutta nel nome. Per gli Inca la montagna che si erge sopra Potosi, nel sud della Bolivia, si chiamava Sumaj Orcko, la montagna bella; gli spagnoli che giunsero qui nel 1545 la denominarono invece Cerro Rico, la montagna ricca: la prospettiva è completamente diversa. Erano stati gli Inca a scoprire le mitiche vene d’argento di questa conica montagna, le quali venivano sfruttate per decorare i templi e ingraziarsi in questo modo gli dei. Gli spagnoli ne presero possesso e iniziarono a sfruttare la miniera per procurarsi i metalli utili a finanziare guerre e conquiste.

La forma conica del Sumaj Orcko o Cerro Rico.

La forma conica del Sumaj Orcko o Cerro Rico.

Read More

Page 1 of 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.     Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi