I Torzeons

Scoprire il mondo con occhi nuovi

Month: aprile 2017

Perdersi e ritrovarsi per le strade dell’Alto Friuli #2

Avete mai sentito parlare di posti come Gniviza, Lischiazze o Tigo? Per mia fortuna m’è capitato di incrociarli qualche tempo fa un po’ per caso un po’ per volontà, lungo una lunga, stretta e leggermente dissestata strada che da Uccea ti porta alla scoperta della val Resia. Una strada vecchia e caduta in disuso che nel periodo invernale e primaverile per ovvie ragioni è chiusa.

Ed ovviamente io ed il mio allora socio d’avventure l’abbiamo percorsa, per completare quel breve tragitto tragicamente interrotto un mesetto addietro, alla scoperta sempre di vecchie strade secondarie. V’è un fascino in queste strade che non vi so spiegare, in quel groviglio di tornanti che si snodano in mezzo alla natura.

La primavera ha cominciato il suo corso pure tra gli stavoli di Gniviza.

La primavera ha cominciato il suo corso pure tra gli stavoli di Gniviza.

Read More

Perdersi e ritrovarsi per le strade dell’Alto Friuli #1

Rimango sempre affascinata dalla quantità di posti nascosti che un luogo cela, alle volte addirittura sconosciuti ai locali. Non voglio portarvi a spasso per le solite località, ma spero che tra di voi si nasconda pure qualcuno che ancora, come me, prova curiosità nello scoprire questa piccola regione che è il Friuli Venezia Giulia. E quindi per coerenza, comincio questo mio nostalgico viaggio fotografico dalla prima delle mie grandi passioni: i laghi. Il Friuli ne presenta un’innumerevole quantità, tra cui i più noti sono senza dubbio alcuno i laghi di Fusine.

Lago inferiore di Fusine.

Lago inferiore di Fusine.

Read More

La Parenzana: in cammino lungo l’antica ferrovia

Un tempo, un treno sferragliava da nord a sud lungo la penisola istriana, collegando Trieste e Poreč, Parenzo. Questo tratto ferroviario, voluto nell’Ottocento, all’epoca dell’impero austroungarico, con il suo incedere lento lungo i binari tortuosi e i saliscendi della regione carsica (raggiungeva al massimo i 30 km/h), costituì la prima infrastruttura viaria dell’area istriana. Oggi la ferrovia non esiste più, smantellata negli anni Trenta, ma al suo posto è stata disegnata quella che è l’odierna ciclovia Parenzana, percorso che, attraversando due confini, unisce oggi ben tre nazioni in soli 123 chilometri: Italia, Slovenia e Croazia.

La primavera lungo il cammino può regalare qualche spruzzata di rosa ciliegio...

La primavera lungo il cammino può regalare qualche spruzzata di rosa ciliegio…

Read More

Da Via Torino a Broadway: viaggio a New York

La bella vita di Trieste di questi tempi è nel Borgo Giuseppino. Poco più di 400 metri di locali che al calar del sole si riempiono di persone, tanto da ostruirne il passaggio. È via Torino. Dall’altra parte del mondo, la controparte è lunga 53 km. La “via larga”, Broadway. Nata su un sentiero tracciato dai nativi americani quando New York era ancora un acquitrino, scende da Nord e taglia tutta Manhattan, come una riga trasversale, fuori dai rigidi schemi delle street della città. Tracce del passato in entrambi i luoghi: Austria a Trieste, Olanda a New York. All’incrocio con la 7 avenue, Broadway da origine a Times Square, dove pulsa il cuore di New York. All’incrocio con Via del Lazzareto Vecchio, via Torino sfocia in Piazza Venezia. Quest’ultima un tempo intitolata all’Imperatore d’Austria Giuseppe II d’Asburgo – è strano trovare il nome della rivale storica Venezia a Trieste, al posto di quello degli Asburgo. Broadway finisce a Bowling Green dove era posizionato il forte olandese di New Amsterdam. Oggi qui si trova la statua del Toro di Wall Street. Più sotto, oltre Battery Park, l’imbarcadero per Ellis Island dove sbarcavano gli emigranti all’inizio del ‘900. E ancora oltre il mare, l’oceano, il mare nostrum, e poi Trieste.

New York City

New York City

Read More

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.     Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi