I Torzeons

Scoprire il mondo con occhi nuovi

Month: marzo 2016 (Page 1 of 2)

Dalla Bolivia al Perù, sulle tracce degli Inca

Si narra che Tata Inti (il Padre Sole), dispiaciuto perché gli uomini non utilizzavano i vasti territori fertili e i lunghi fiumi pieni di acqua limpida, inviò sulla Terra i suoi figli Manco Cápac (futuro primo imperatore Inca) e Mama Ocllo (fratelli ma anche sposi). Essi emersero dalle acque del lago Titicaca, vicino all’Isla del Sol, per andare a fondare la città di Cusco e renderla capitale del Tawantinsuyu, l’impero Inca. Furono loro a insegnare agli uomini la coltivazione, l’allevamento degli animali, la tessitura e le tecniche di cucina. Le terre che ho visitato nell’ultima parte del mio viaggio sono impregnate della storia e delle leggende Inca, le quali mi hanno profondamente affascinato. Prima di giungere a Cusco e Machu Picchu, una delle mete fondamentali di questo mio viaggio sudamericano (di cui però parlerò nel prossimo articolo), ho intrapreso un percorso attraverso queste culture.

Una veduta panoramica dell'Isla del Sol e del lago Titicaca

Una veduta panoramica dell’Isla del Sol e del lago Titicaca

Read More

La Londra che non ti aspetti: il Notting Hill Carnival

Londra, la capitale di qualsiasi cosa. Che tu sia un appassionato d’arte, un fanatico della musica inglese dal 1960 ad oggi o un malato di shopping, questa città ha il quartiere in cui far esplodere le tue endorfine. Ma in questo articolo non vi parlerò di nulla di tutto ciò. Vi porterò, invece, nel quartiere di Notting Hill durante i giorni a ridosso delle Bank Holiday di fine agosto. Attenzione a uscirne indenni!

Residui della festa nei dintorni di Notting Hill.

Residui della festa nei dintorni di Notting Hill.

 

Read More

Neve, caffè turco e Cocacola

Dopo il viaggio in bus verso Zagabria e la giornata di treno in direzione Belgrado (della quale potete leggere il mio racconto qui), decidiamo di raggiungere la terza capitale del nostro tour balcanico, la tanto attesa Sarajevo, sfruttando un passaggio in macchina. Alla frontiera serba troviamo ad aspettarci un serpentone di auto in attesa dei controlli. Per una mezz’ora buona nessun segno di avanzamento. Ci stuzzica l’idea di tornare indietro e provare una strada alternativa, che arriva a Sarajevo da est. Che fare? Ci piace lasciar decidere al caso: lanciamo in aria una moneta da 2 Kune (superstite della tappa croata) e invertiamo la rotta, abbandonando la disciplinata coda di automobilisti inscatolati, alla volta delle campagne bosniache.

DSC01938

Il verde paesaggio collinare con la Drina che fa da confine tra Bosnia e Serbia, visti dal finestrino durante il viaggio in auto da Belgrado a Sarajevo.

Read More

Se non ora, quando?

Mi sembra di vivere all’interno di uno dei romanzi di Lemony Snicket, in cui io sono la sventurata protagonista e Kiev lo zio “villain”.
Queste prime due settimane in Ucraina, sarò sincera, sono cominciate un po’ allo sbando: un appartamento vuoto, la mancanza del caffè, un senso di inadeguatezza e disorientamento costanti, la difficoltà nella comunicazione, le paturnie degli ultimi giorni in Friuli che sembrava non volessero abbandonarmi.

DSC_3148_ps

Chernobylska, quartiere in periferia di Kiev – ove vivo tuttora.

Read More

La mia storia d’amore con l’Irlanda

Interrompo per un attimo i miei racconti sudamericani (ho ancora qualche storia da raccontarvi!) in occasione di uno dei giorni più importanti dell’anno per una persona che ha vissuto in Irlanda: ieri era il giorno di San Patrizio e oggi, cercando di smaltire le birre di ieri riaffiorano i miei ricordi irlandesi. E il St. Patrick’s day è importante non solo per chi ci ha vissuto in Irlanda o almeno una volta ci ha viaggiato: “Everyone’s Irish on March 17th” recita un cartello nel museo della Guinness a Dublino. E veramente questo è un paese che conquista, non solo per i fiumi di birra scura che si possono bere nei pub, ma soprattutto per la magia di questa terra incantata. Tra il 2009 e il 2010 ho vissuto a Cork, principale città del sud dell’Irlanda, grazie al programma di studio europeo Erasmus. Se la parte relativa allo studio tutto sommato è residuale, ecco alcuni frammenti disordinati di vita irlandese che mi hanno fatto amare l’isola di smeraldo.

Read More

Page 1 of 2

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.     Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi